La cura inizia con l’ascolto e una corretta informazione

 

DONA ORA

DIVENTA SOCIO

Le stagioni della vita e della malattia

 

Le Neoplasie mieloproliferative croniche,Ph – a lungo ritenute patologie tipiche dell’anziano (in particolare la policitemia vera e la mielofibrosi), si osservano anche in pazienti giovani, con meno di 50 anni, e addirittura giovanissimi. Questo aumento dell’incidenza è soprattutto dovuto a nuove conoscenze, come l’individuazione di mutazioni esclusive di queste malattie, e alla maggiore consapevolezza diagnostica dei medici di base, due aspetti che hanno inoltre favorito l’aumento anche delle diagnosi precoci. 

L’aumento di incidenza e di diagnosi precoci è certamente un fatto positivo ma ha portato con sé anche nuove problematiche, dal momento che i bisogni dei pazienti e le comorbidità mutano con le fasce d’età e possono richiedere approcci terapeutici molto diversi. 

E’ il caso dei pazienti più giovani che intendono preservare la fertilità che può essere compromessa dall’impiego prolungato di farmaci citoriduttori o dal regime di condizionamento pre-trapianto di cellule staminali emopoietiche. Per i pazienti più anziani, invece, le comorbidità legate all’età possono porre problemi di opzioni terapeutiche, come ad esempio, la valutazione di rischi –benefici del trapianto a fronte di scelte conservative.

L’evento odierno, nelle sue sessioni del mattino e primo pomeriggio, intende offrire l’opportunità di approfondire con ematologi esperti nel campo delle malattie mieloproliferative croniche questi e altri temi che sollevano ancora molti interrogativi e dubbi tra i pazienti.

La parte conclusiva del convegno è invece dedicata a iniziative che riguardano il benessere complessivo, fisico e mentale, in pazienti con patologie mieloproliferative croniche, aspetti ancora trascurati ma rilevanti nel complessivo percorso di cura.

 

Eventi e News

A Crema, “Aspettando il memorial”

Crema- Il Torneo “Memorial Gianbattista Mazzini – in campo per la solidarietà”, la sola manifestazione sportiva del cremasco con devoluzione totale...

Aiutaci a sostenere la ricerca e a sconfiggere le malattie Mieloproliferative

Devolvi il tuo 5 x 1000 all’AIPAMM – OdV cf 96062180185

Effettua un versamento con un bonifico bancario presso il Credito Cooperativo di Caravaggio, Adda e Cremasco Cassa Rurale – Filiale di Bagnolo Cremasco

IBAN IT60 V084 4156 6500 0000 0014 748