I Trial in corso

Ruxolitinib nei pazienti affetti da mielofibrosi in Lombardia, Italia

Sponsor: Margherita Maffioli

Responsabile: Margherita Maffioli, Ospedale di Circolo – Fondazione Macchi

Sommario: Lo studio osservazionale RUXOREL-MF include pazienti con mielofibrosi (MF) primaria e post-trombocitemia essenziale/post-policitemia vera trattati con ruxolitinib, un inibitore della JAK1-/JAK2 orale, in un ambiente “reale”. I pazienti sono trattati secondo le indicazioni attuali in Italia (cioè, pazienti con MF primari e secondari con punteggi IPSS (International Prognostic Scoring System) a rischio intermedio-1, intermedio-2 e alto e splenomegalia sintomatica e/o sintomi sistemici). I pazienti sono trattati presso strutture appartenenti alla Rete Ematologica Regionale della Lombardia (Rete Ematologica Lombarda) in Italia. Saranno raccolti e analizzati dati di efficacia, dati relativi a eventi infettivi e vascolari, dati relativi a secondi tumori maligni primari, dati relativi alla progressione/trasformazione della malattia e informazioni molecolari in relazione al trattamento con ruxolitinib.

Tipologia studio: Osservativo

Locations: 

ASST Papa Giovanni XXIIIRecruiting
Bergamo, Italy
Contact: Maria Chiara Finazzi, MD
U.O. Ematologia, ASST Spedali CiviliRecruiting
Brescia, Italy
Contact: Mariella D’Adda, MD
U.S.D. Trapianti di Midollo Osseo, ASST Spedali CiviliRecruiting
Brescia, Italy
Contact: Nicola Polverelli, MD
U.O.C. di Ematologia Clinica, ASST LeccoRecruiting
Lecco, Italy
Contact: Michela Anghileri, MD
U.O. Ematologia, ASST Fatebenefratelli-SaccoRecruiting
Milan, Italy
Contact: Maria Cristina Carraro, MD
U.O. Ematologia, Fondazione IRCCS Istituto Nazionale TumoriRecruiting
Milan, Italy
Contact: Francesco Spina, MD
U.O. Ematologia, Grande Ospedale Metropolitano NiguardaRecruiting
Milan, Italy
Contact: Marianna Caramella, MD
U.O. Ematologia, Humanicas Cancer CenterRecruiting
Milan, Italy
Contact: Marianna Rossi, MD
U.O. Ematologia, Ospedale San RaffaeleRecruiting
Milan, Italy
Contact: Simona Malato, MD
U.O. Oncoematologia, Fondazione IRCCS Ca’ Granda Ospedale Maggiore PoliclinicoRecruiting
Milan, Italy
Contact: Alessandra Iurlo, MD
Clinica Ematologica, Ospedale San GerardoRecruiting
Monza, Italy
Contact: Elena Elli, MD
Ospedale di Circolo, ASST Sette LaghiRecruiting
Varese, Italy, 21100
Contact: Margherita Maffioli, MD

Per maggiori informazioni clicca qui

Studio di sicurezza ed efficacia precoce di TBX-2400 in pazienti con LMA o mielofibrosi

Sponsor: Taiga Biotechnologies, Inc.

Responsabile: Taiga Biotechnologies, Inc.

Sommario: Questo è uno studio sul trapianto di cellule staminali allogeniche con TBX-2400 in soggetti adulti con leucemia mieloide acuta (LMA) o mielofibrosi (MF). Le cellule del donatore sono esposte a una proteina che ha dimostrato in laboratorio di migliorare la capacità delle cellule del donatore di produrre sangue e cellule immunitarie dopo il trapianto. L’esposizione delle cellule donatrici a questa proteina non modifica in alcun modo i geni nelle cellule. Questo studio ha due obiettivi. Il primo obiettivo è scoprire se il trapianto con TBX-2400 è sicuro. Il secondo obiettivo è scoprire quali effetti hanno le cellule staminali TBX-2400 sul tempo di attecchimento in soggetti adulti con LMA o MF. L’ipotesi di studio è che le cellule TBX-2400 ridurranno il tempo per la ricostituzione immunitaria dopo il trapianto.

Tipologia studio: Interventistico

Locations: 

Fondazione Policlinico Universitario Agostino Gemelli
Roma, Italy, 00168
Contact: Simona Sica, MD    TBA    Simona.sica@unicatt.it
Principal Investigator: Simona Sica, MD

Per maggiori informazioni clicca qui

Uno studio che confronta Imetelstat con la migliore terapia disponibile per il trattamento della mielofibrosi (MF) di grado intermedio-2 o ad alto rischio che non ha risposto al trattamento con inibitori della Janus chinasi (JAK)

Sponsor: Geron Corporation

Responsabile: Geron Corporation

Sommario: Lo scopo dello studio è valutare la sopravvivenza globale dei partecipanti trattati con imetelstat rispetto alla migliore terapia disponibile con mielofibrosi (MF) a rischio intermedio-2 o ad alto rischio che sono refrattari al trattamento con Janus Kinase (JAK)-Inibitore.

Tipologia studio: Interventistico

Locations: 

Arcispedale S.Anna – EmatologiNot yet recruiting
Cona, Ferrara, Italy, 44124
Istituto Clinico Humanitas RozNot yet recruiting
Rozzano, Milano, Italy, 20089
AOU San Luigi GonzagaNot yet recruiting
Orbassano, Torino, Italy, 10043
PO Civile SS.Antonio e BiagioNot yet recruiting
Alessandria, Italy, 15121
A.O.di Bologna Policl.S.OrsolaNot yet recruiting
Bologna, Italy, 40138
Presidio Ospedaliero GaribaldiNot yet recruiting
Catania, Italy, 95122
Azienda Ospedaliero-UniversitaNot yet recruiting
Firenze, Italy, 50134
Clinica Ematologica, Univ. DegNot yet recruiting
Genova, Italy, 6- 16132
Irccs IrstNot yet recruiting
Meldola, Italy, 47014
Ospedale San RaffaeleNot yet recruiting
Milano, Italy, 20132
ASST Grande Ospedale MetropoliNot yet recruiting
Milano, Italy, 20162
Azienda Ospedaliera San GerardNot yet recruiting
Monza, Italy, 20900
AOU Federico IINot yet recruiting
Napoli, Italy, 80122
Ospedale Civile S.Maria delleNot yet recruiting
Ravenna, Italy, 48121
Azienda Ospedaliera Bianchi-MeNot yet recruiting
Reggio Calabria, Italy, 89124
AUSL di Rimini Ospedale InfermNot yet recruiting
Rimini, Italy, 47900
ASL Roma 2 – PO “S. Eugenio”Not yet recruiting
Roma, Italy, 00144
Policlinico Universitario AgosNot yet recruiting
Roma, Italy, 00168
Ospedale S.Bortolo, AULSS n.6Not yet recruiting
Vicenza, Italy, 36100

Per maggiori informazioni clicca qui

Uno studio per valutare la sicurezza e la tollerabilità di BMS-986158 da solo e in combinazione con Ruxolitinib o Fedratinib in partecipanti con cancro del sangue (mielofibrosi)

Sponsor: Bristol-Myers Squibb

Responsabile: Bristol-Myers Squibb

Sommario: Lo scopo di questo studio è valutare la sicurezza, la tollerabilità e l’efficacia del BMS-986158 da solo e in combinazione con Ruxolitinib o Fedratinib nei partecipanti con tumore del sangue a rischio intermedio o alto di Dynamic International Prognostic Scoring System (DIPSS). La Parte 1 consiste in BMS-986158 in combinazione con Ruxolitinib o Fedratinib e la Parte 2 consiste in BMS-986158 in combinazione con Ruxolitinib o Fedratinib e BMS-986158 da soli.

Tipologia studio: Interventistico

Locations: Bologna, Brescia, Venezia, Verona.

Per maggiori informazioni clicca qui

Studio della compressa di Navitoclax orale in combinazione con la compressa di Ruxolitinib orale per valutare il cambiamento nel volume della milza in partecipanti adulti con mielofibrosi recidivante/refrattaria (TRANSFORM-2)

Sponsor: AbbVie

Responsabile: AbbVie

Sommario: La mielofibrosi (MF) è una malattia del midollo osseo che colpisce i tessuti che formano il sangue nel corpo. La MF disturba la normale produzione di cellule del sangue da parte dell’organismo, causando estese cicatrici nel midollo osseo. Ciò porta a grave anemia, debolezza, affaticamento e ingrossamento della milza. Lo scopo di questo studio è valutare la sicurezza e la variazione del volume della milza quando navitoclax è somministrato in combinazione con ruxolitinib, rispetto alla migliore terapia disponibile, per partecipanti adulti con MF. Navitoclax è un farmaco sperimentale (non ancora approvato) in fase di sviluppo per il trattamento della MF. Lo studio ha 2 bracci: A e B. Nel braccio A, i partecipanti riceveranno navitoclax in combinazione con ruxolitinib. Nel braccio B, i partecipanti riceveranno la migliore terapia disponibile (BAT) per la MF. Verranno arruolati partecipanti adulti con diagnosi di MF recidivante/refrattaria (R/R). Circa 330 partecipanti saranno iscritti in circa 210 siti in tutto il mondo. Nel braccio A, i partecipanti riceveranno la compressa orale di navitoclax una volta al giorno con la compressa orale di ruxolitinib due volte al giorno. Nel braccio B, i partecipanti riceveranno il BAT come identificato dallo sperimentatore. Il trattamento continuerà fino a quando non si vedrà un beneficio clinico, i partecipanti non potranno tollerare i farmaci in studio o i partecipanti non ritireranno il consenso. La durata approssimativa del trattamento è di circa 3 anni. Potrebbe esserci un carico di trattamento più elevato per i partecipanti a questo studio rispetto al loro standard di cura. I partecipanti parteciperanno a visite regolari durante lo studio presso un ospedale o una clinica. L’effetto del trattamento sarà controllato da valutazioni mediche, esami del sangue e del midollo osseo, controllo degli effetti collaterali e compilazione di questionari.

Tipologia studio: Interventistico

Locations: 

A.O.U. Policlinico S.Orsola-Malpighi /ID# 221077Recruiting
Bologna, Emilia-Romagna, Italy, 40138
Azienda Ospedaliero-Universitaria Policlinico Umberto I /ID# 225731Not yet recruiting
Rome, Lazio, Italy, 00161
Fondazione Policlinico Universitario Agostino Gemelli IRCCS-Università Cattolica /ID# 219087Not yet recruiting
Rome, Lazio, Italy, 00168
ASST Monza/Ospedale San Gerardo /ID# 225113Not yet recruiting
Monza, Monza E Brianza, Italy, 20900
ASST Papa Giovanni XXIII /ID# 221222Not yet recruiting
Bergamo, Italy, 24127
Azienda Ospedaliera Universitaria Policlinico G. Rodolico – San Marco /Id# 219089Recruiting
Catania, Italy, 95123
Azienda Ospedaliero Universitaria Careggi /ID# 219090Not yet recruiting
Florence, Italy, 50134
Azienda Ospedaliera Universitaria Federico II /ID# 224673Not yet recruiting
Napoli, Italy, 80131
Azienda Ospedaliera Universitaria Paolo Giaccone /ID# 221078Recruiting
Palermo, Italy, 90127
Grande Ospedale Metropolitano-Bianchi-Melacrino /ID# 221220Recruiting
Reggio Calabria, Italy, 89124
A.O.U. Città della Salute e della Scienza di Torino /ID# 221223Recruiting
Turin, Italy, 10126
Azienda Ospedaliera Universitaria Friuli Centrale/Presidio Ospedaliero Universit /ID# 221241Recruiting
Udine, Italy, 33100
Azienda ULSS 8 Berica/Ospedale San Bortolo di Vicenza /ID# 221079Recruiting
Vicenza, Italy, 36100

Per maggiori informazioni clicca qui

Uno studio che valuta la tollerabilità e l’efficacia di Navitoclax da solo o in combinazione con Ruxolitinib in partecipanti con mielofibrosi (REFINE)

Sponsor: AbbVie

Responsabile: AbbVie

Sommario: Questo è uno studio multicentrico di fase 2 in aperto che valuta la tollerabilità e l’efficacia del navitoclax da solo o quando aggiunto a ruxolitinib in partecipanti con mielofibrosi.

Tipologia studio: Interventistico

Locations: 

A.O.U. Policlinico S.Orsola-Malpighi /ID# 230012Not yet recruiting
Bologna, Emilia-Romagna, Italy, 40138
Fondazione Policlinico Universitario Agostino Gemelli IRCCS-Università Cattolica /ID# 214553Recruiting
Rome, Lazio, Italy, 00168
ASST Papa Giovanni XXIII /ID# 214900Recruiting
Bergamo, Italy, 24127
ASST Spedali civili di Brescia /ID# 230420Not yet recruiting
Brescia, Italy, 25123
Azienda Ospedaliera Universitaria Policlinico G. Rodolico – San Marco /Id# 214549Recruiting
Catania, Italy, 95123
Azienda Ospedaliero Universitaria Careggi /ID# 214555Recruiting
Florence, Italy, 50134
Grande Ospedale Metropolitano-Bianchi-Melacrino /ID# 230011Recruiting
Reggio Calabria, Italy, 89124
ASST Sette Laghi /ID# 214551Recruiting
Varese, Italy, 21100

Per maggiori informazioni clicca qui

Uno studio di sicurezza ed efficacia per valutare Luspatercept in soggetti con mielofibrosi associata a neoplasia mieloproliferativa che hanno anemia con e senza dipendenza da trasfusione di globuli rossi

Sponsor: Celgene

Responsabile: Celgene

Sommario: Questo è uno studio di fase 2, multicentrico, in aperto per valutare l’efficacia e la sicurezza di luspatercept in soggetti con mielofibrosi associata a MPN e anemia con e senza dipendenza da trasfusione di globuli rossi. Lo studio è suddiviso in un periodo di screening, un periodo di trattamento (costituito da una fase primaria, una valutazione della risposta alla malattia al giorno 169 e una fase di estensione), seguito da un periodo di follow-up post-trattamento.

Tipologia studio: Interventistico

Locations: 

Azienda Ospedaliera Papa Giovanni XXIIIRecruiting
Bergamo, Italy, 24127
Azienda Ospedaliera Universitaria CareggiRecruiting
Firenze, Italy, 50134
Fondazione IRCCS Policlinico San MatteoRecruiting
Pavia, Italy, 27100
Istituto Clinico HumanitasRecruiting
Rozzano (MI), Italy, 20089
Ospedale di Circolo di VareseRecruiting
Varese, Italy, 21100

Per maggiori informazioni clicca qui

Uno studio di fase 3 su Pacritinib in pazienti con mielofibrosi primaria, mielofibrosi post-policitemia vera o mielofibrosi post-trombocitemia essenziale (PACIFICA)

Sponsor: CTI BioPharma

Responsabile: CTI BioPharma

Sommario: Questo studio (ID studio PAC203 Nord America; PAC303 ex Nord America) sta valutando 200 mg BID di pacritinib rispetto alla terapia scelta dal medico (P/C) in pazienti con MF e trombocitopenia grave (conta piastrinica <50.000/μL). Saranno arruolati circa 348 pazienti in totale, randomizzati 2:1 a pacritinib (circa 232 pazienti) o a terapia P/C (circa 116 pazienti)

Tipologia studio: Interventistico

Locations: 

Cancer Institute “Giovanni Paolo II”, IRCCSRecruiting
Bari, Italy
Polyclinic S. Orsola-MalpighiRecruiting
Bologna, Italy
Azienda Ospedaliero-Universitaria CareggiRecruiting
Florence, Italy
Scientific Institute of Romagna for the Study and Treatment of Cancer (IRST), IRCCSRecruiting
Forlì, Italy
ASST Monza – Ospedale San GerardoRecruiting
Monza, Italy
United Hospitals Villa Sofia CervelloRecruiting
Palermo, Italy
Polyclinic San Matteo, IRCCSNot yet recruiting
Pavia, Italy
Hospital “Infermi” of RiminiRecruiting
Rimini, Italy
University Polyclinic Foundation “Agostino Gemelli”Recruiting
Rome, Italy
ASST Sette Laghi HospitalRecruiting
Varese, Italy

Per maggiori informazioni clicca qui

Uno studio sull’efficacia e la sicurezza di Fedratinib rispetto alla migliore terapia disponibile in soggetti con mielofibrosi primaria DIPSS-intermedia o ad alto rischio, mielofibrosi post-policitemia vera o mielofibrosi post-trombocitemia essenziale e precedentemente trattati con Ruxolitinib (FREEDOM2)

Sponsor: Celgene

Responsabile: Celgene

Sommario: Studio di fase 3, multicentrico, in aperto, randomizzato per valutare l’efficacia e la sicurezza di fedratinib rispetto alla migliore terapia disponibile (BAT) in soggetti con mielofibrosi primaria (PMF) di livello intermedio o ad alto rischio DIPSS (Dynamic International Prognostic Scoring System) , mielofibrosi post-policitemia vera (post-PV MF) o mielofibrosi post-trombocitemia essenziale (post-ET MF) e precedentemente trattati con ruxolitinib. L’obiettivo primario dello studio è valutare la percentuale di soggetti con almeno il 35% di riduzione del volume della milza nei bracci fedratinib e BAT.

Tipologia studio: Interventistico

Locations: 

A.O.U. di Bologna Policlinico S.Orsola-MalpighiRecruiting
Bologna, Italy, 40138
ASST Spedali Civili P.O. di BresciaRecruiting
Brescia, Italy, 25123
Azienda Ospedaliero – Universitaria Policlinico – Vittorio Emanuele – Ospedale Gaspare RodolicoRecruiting
Catania, Italy, 95123
Azienda Ospedaliero-Universitaria CareggiRecruiting
Firenze, Italy, 50134
IRCSS Ospedale Maggiore Policlinico, Mangiagalli e Regina ElenaRecruiting
Milano, Italy, 20122
Ospedale CardarelliRecruiting
Naples, Italy, 80131
Fondazione IRCCS Policlinico San MatteoRecruiting
Pavia, Italy, 27100
Policlinico Umberto I – Universita La SapienzaRecruiting
Roma, Italy, 00168
Universita Cattololica del Sacro CuoreRecruiting
Roma, Italy, 00168
Azienda Ospedaliera S. Andrea – Università La SapienzaRecruiting
Roma, Italy, 00189
Azienda Ospedaliera Citta della Salute e della Scienza di TorinoRecruiting
Torino, Italy, 10126
Azienda Ospedaliero-Universitaria Santa Maria della Misericordia die UdineRecruiting
Udine, Italy, 33100
Universita degli Studi dell’Insubria – Ospedale di Circolo e Fondazione Macchi – VareseRecruiting
Varese, Italy, 21100
Azienda Ospedaliera Universitaria Integrata di VeronaRecruiting
Verona, Italy, 37134

Per maggiori informazioni clicca qui

Per valutare l’efficacia e la sicurezza di Parsclisib e Ruxolitinib nei partecipanti con mielofibrosi (LIMBER-313)

Sponsor: Incyte Corporation

Responsabile: Incyte Corporation

Sommario: Lo scopo dello studio è confrontare l’efficacia di parsaclisib quando combinato con ruxolitinb rispetto al placebo combinato con ruxolitinib nei partecipanti con mielofibrosi.

Tipologia studio: Interventistico

Locations: 

Azienda Policlinico Vittorio EmanueleNot yet recruiting
Catania, Italy, 95123
Universita Degli Studi Di Genova – Facolta Di Medicina E ChirurgiaNot yet recruiting
Genova, Italy, 16132
Istituto Scientifico Romagnolo Per Lo Studio E La Cura Dei TumoriNot yet recruiting
Meldola, Italy, 47014
Fondazione Irccs Ca Granda Ospedale MaggioreNot yet recruiting
Milano, Italy, 20122
Irccs Ospedale San Raffaele Di MilanoNot yet recruiting
Milan, Italy, 20132
Universita Di Napoli Federico IiNot yet recruiting
Napoli, Italy, 80131
Azienda Ospedaliera Ospedali Riuniti Villa Sofia – CervelloNot yet recruiting
Palermo, Italy, 90146
Aormn Hospital Hematology and Bmt CenterNot yet recruiting
Pesaro, Italy, 61122
Grande Ospedale Metropolitano Bianchi-Melacrino-MorelliNot yet recruiting
Reggio Calabria, Italy, 89133
Policlinico Universitario Agostino Gemelli Universita Cattolica Del Sacro CuoreRecruiting
Roma, Italy, 00168
Universita Di Roma Tor VergataNot yet recruiting
Roma, Italy, 133
Universita Degli Studi Di Roma La Sapienza – Umberto I Policlinico Di Roma – Centro Di EmatologiaNot yet recruiting
Roma, Italy, 161
Policlinico Universitario Agostino Gemelli Universita Cattolica Del Sacro CuoreNot yet recruiting
Roma, Italy, 168
Azienda Ospedaliera San Giuseppe MoscatiNot yet recruiting
Taranto, Italy, 74123
Azienda Sanitaria Universitaria Friuli Centrale (Asu Fc) – Presidio Ospedaliero Universitario SantaNot yet recruiting
Udine, Italy, 33100
A.O. Universitaria Ospedale Di Circolo E Fondazione MacchiNot yet recruiting
Varese, Italy, 21100
A.O. Universitaria Ospedale Di Circolo E Fondazione MacchiRecruiting
Varese, Italy, 21100
Ospedale Borgo RomaNot yet recruiting
Verona, Italy, 37134

Per maggiori informazioni clicca qui

COMPLETED

Sperimentazione clinica di Aplidin® in pazienti con mielofibrosi primaria

Sponsor: PharmaMar

Responsabile: PharmaMar

Sommario: Questo è uno studio clinico di fase II in aperto di Aplidin® (plitidepsina) in pazienti con mielofibrosi primaria e mielofibrosi post-policitemia vera/trombocitemia essenziale (post-PV/ET).

Tipologia studio: Interventistico

Azienda Ospedaliero Universitaria Careggi di Firenze 
Firenze, Italy, 50134

Locations:

Per maggiori informazioni clicca qui

Studio per confrontare il regime busulfan-fludarabina con tiotepa-fludarabina nel trapianto allogenico per la mielofibrosi (GITMO-MF2010)

Sponsor: Gruppo Italiano Trapianto di Midollo Osseo

Responsabile: Gruppo Italiano Trapianto di Midollo Osseo

Sommario: Questo studio sarà condotto come studio prospettico multicentrico di fase II per confrontare il condizionamento a intensità ridotta (RIC) di busulfan-fludarabina con il regime RIC di tiotepa-fludarabina prima del trapianto allogenico di cellule ematopoietiche per il trattamento della mielofibrosi.

L’endpoint primario di questo studio è confrontare la sopravvivenza libera da progressione di due diversi regimi RIC per il trapianto allogenico di cellule staminali nella mielofibrosi.

La sopravvivenza libera da progressione è definita come il tempo dalla data di randomizzazione alla data della prima progressione o recidiva documentata della malattia (secondo i criteri di consenso dell’International Working Group) o morte per qualsiasi causa. I pazienti che non sono né progrediti né deceduti al momento del completamento dello studio o che sono stati persi al follow-up sono censurati ai dati dell’ultimo follow-up per la progressione della malattia per questo studio.

Tipologia studio: Interventistico

Azienda Ospedaliera SS Antonio e Biagio 
Alessandria, Italy
Clinica di Ematologia – Ospedali Riuniti di Ancona 
Ancona, Italy
Divisione di Ematologia – Ospedali Papa Giovanni XXIII 
Bergamo, Italy
AO Spedali Civili di Brescia- USD – TMO Adulti 
Brescia, Italy
Ospedale Ferrarotto – Ematologia 
Catania, Italy
Cattedra di Ematologia – Azienda Ospedaliera di Careggi 
Firenze, Italy
AOU IRCCS San Martino – IST 
Genova, Italy
Ospedale Panico 
Lecce, Italy
Divisione di Ematologia – Istituto Nazionale dei Tumori 
Milano, Italy
Divisione Ematologia – Azienda Ospedaliera Universitaria – Policlinico – 
Modena, Italy
AO Ospedali Riuniti Villa Sofia – Cervello 
Palermo, Italy
Dipartimento Oncologico La Maddalena 
Palermo, Italy
Fondazione IRCCS San Matteo 
Pavia, Italy, 27100
Dip. di Ematologia – Unità di Terapia Intensiva Ematologica per il Trapianto Emopoietico – Ospedale Civile di Pescara 
Pescara, Italy
Centro Unico Regionale Trapianti di Midollo Osseo – Ospedale Bianchi-Melacino-Morelli 
Reggio Calabria, Italy
Arciospedale S. M. Novella 
Reggio Emilia, Italy
Cattedra di Ematologia – Università La Sapienza 
Roma, Italy
Ematologia e Centro Trapianti Midollo Osseo – Ospedale IRCCS Casa Sollievo della Sofferenza 
S. Giovanni Rotondo (FG), Italy
Ospedale San Giuseppe Moscato 
Taranto, Italy
Ematologia 2 – ASO San Giovanni Battista 
Torino, Italy
A.O. Santa Maria della Misericordia 
Udine, Italy

Locations:

Per maggiori informazioni clicca qui

Studio sulla mielofibrosi controllata con trattamento-II dell’inibitore della chinasi associata a Janus orale (JAK): lo studio COMFORT-II

Sponsor: Novartis Pharmaceuticals

Responsabile: Novartis Pharmaceuticals

Sommario: Questo era uno studio randomizzato in aperto che confrontava l’efficacia e la sicurezza delle compresse di Ruxolitinib 2:1 randomizzate rispetto alla migliore terapia disponibile, come selezionato dallo sperimentatore. Lo scopo era confrontare l’efficacia, la sicurezza e la tollerabilità di Ruxolitinib (INC424/INCB018424) somministrato due volte al giorno con la migliore terapia disponibile, in soggetti con mielofibrosi primaria (PMF), mielofibrosi post policitemia vera (PPV-MF) o trombocitemia post essenziale mielofibrosi (PET-MF).

Tipologia studio: Interventistico

Novartis Investigative Site 
Pavia, (pv), Italy, 27100
Novartis Investigative Site 
Monza, MB, Italy, 20900
Novartis Investigative Site 
Milano, MI, Italy, 20162
Novartis Investigative Site 
Florence, Italy, 50134
Novartis Investigative Site 
Orbassano, Italy, 10043
Novartis Investigative Site 
Pavia, Italy, 27100

Locations:

Per maggiori informazioni clicca qui

INC424 per pazienti con mielofibrosi primaria, mielofibrosi post-policitemia o mielofibrosi post-trombocitemia essenziale. (JUMP)

Sponsor: Novartis Pharmaceuticals

Responsabile: Novartis Pharmaceuticals

Sommario: L’obiettivo primario di questo studio era quello di raccogliere ulteriore sicurezza di INC424 in pazienti con mielofibrosi primaria, mielofibrosi post policitemia o mielofibrosi post-trombocitemia essenziale, che hanno ricevuto un trattamento precedente con agenti disponibili in commercio o che non hanno mai ricevuto un trattamento.

Tipologia studio: Interventistico

Novartis Investigative Site 
Alessandria, AL, Italy, 15100
Novartis Investigative Site 
Ancona, AN, Italy, 60126
Novartis Investigative Site 
Avellino, AV, Italy, 83100
Novartis Investigative Site 
Bari, BA, Italy, 70124
Novartis Investigative Site 
Bergamo, BG, Italy, 24128
Novartis Investigative Site 
Bologna, BO, Italy, 40138
Novartis Investigative Site 
Brescia, BS, Italy, 25123
Novartis Investigative Site 
Cagliari, CA, Italy, 09100
Novartis Investigative Site 
Cagliari, CA, Italy, 09126
Novartis Investigative Site 
Catania, CT, Italy, 95100
Novartis Investigative Site 
Catania, CT, Italy, 95124
Novartis Investigative Site 
Catanzaro, CZ, Italy, 88100
Novartis Investigative Site 
Cona, FE, Italy, 44100
Novartis Investigative Site 
San Giovanni Rotondo, FG, Italy, 71013
Novartis Investigative Site 
Firenze, FI, Italy, 50134
Novartis Investigative Site 
Genova, GE, Italy, 16132
Novartis Investigative Site 
Lecce, LE, Italy, 73100
Novartis Investigative Site 
Monza, MB, Italy, 20900
Novartis Investigative Site 
Milano, MI, Italy, 20122
Novartis Investigative Site 
Milano, MI, Italy, 20133
Novartis Investigative Site 
Milano, MI, Italy, 20162
Novartis Investigative Site 
Modena, MO, Italy, 41100
Novartis Investigative Site 
Palermo, PA, Italy, 90146
Novartis Investigative Site 
Padova, PD, Italy, 35128
Novartis Investigative Site 
Pescara, PE, Italy, 65124
Novartis Investigative Site 
Pisa, PI, Italy, 56126
Novartis Investigative Site 
Pesaro, PU, Italy, 61100
Novartis Investigative Site 
Pavia, PV, Italy, 27100
Novartis Investigative Site 
Rionero in Vulture, PZ, Italy, 85028
Novartis Investigative Site 
Ravenna, RA, Italy, 48100
Novartis Investigative Site 
Reggio Calabria, RC, Italy, 89124
Novartis Investigative Site 
Reggio Emilia, RE, Italy, 42123
Novartis Investigative Site 
Roma, RM, Italy, 00128
Novartis Investigative Site 
Roma, RM, Italy, 00133
Novartis Investigative Site 
Roma, RM, Italy, 00144
Novartis Investigative Site 
Roma, RM, Italy, 00152
Novartis Investigative Site 
Roma, RM, Italy, 00161
Novartis Investigative Site 
Roma, RM, Italy, 00168
Novartis Investigative Site 
Roma, RM, Italy, 00185
Novartis Investigative Site 
Pagani, SA, Italy, 84016
Novartis Investigative Site 
Siena, SI, Italy, 53100
Novartis Investigative Site 
Taranto, TA, Italy, 74100
Novartis Investigative Site 
Orbassano, TO, Italy, 10043
Novartis Investigative Site 
Torino, TO, Italy, 10126
Novartis Investigative Site 
Terni, TR, Italy, 05100
Novartis Investigative Site 
Treviso, TV, Italy, 31100
Novartis Investigative Site 
Udine, UD, Italy, 33100
Novartis Investigative Site 
Varese, VA, Italy, 21100
Novartis Investigative Site 
Venezia, VE, Italy, 30174
Novartis Investigative Site 
Vicenza, VI, Italy, 36100
Novartis Investigative Site 
Verona, VR, Italy, 37126
Novartis Investigative Site 
Ronciglione, VT, Italy, 01100
Novartis Investigative Site 
Napoli, Italy, 80131
Novartis Investigative Site 
Napoli, Italy, 80132
Novartis Investigative Site 
Napoli, Italy, 80136
Novartis Investigative Site 
Novara, Italy, 28100
Novartis Investigative Site 
Pavia, Italy, 27100
Novartis Investigative Site 
Perugia, Italy, 06129

Locations:

Per maggiori informazioni clicca qui

Studio di pomalidomide in persone con mielofibrosi mieloproliferativa associata a neoplasie e dipendenza da trasfusione eritrocitaria (RESUME)

Sponsor: Celgene

Responsabile: Celgene

Sommario: L’obiettivo di questo studio è determinare se pomalidomide è sicura ed efficace nell’invertire la dipendenza dalla trasfusione di globuli rossi (RBC) nelle persone con mielofibrosi associata a neoplasia mieloproliferativa (MPN) (studio globale) e nell’invertire l’anemia in cinese con MPN- mielofibrosi associata e anemia grave che non ricevono trasfusioni di globuli rossi (solo studio di estensione in Cina)

Tipologia studio: Interventistico

Azienda Ospedaliera Universitaria Consorziale Policlinico di Bari 
Bari, Italy, 70124
Ospedali Riuniti di Bergamo 
Bergamo, Italy, 24128
Azienda Ospedaliera Universitaria Careggi 
Firenze, Italy, 50134
Azienda Ospedaliera Universitaria Federico II di Napoli 
Napoli, Italy, 80131
Azienda Ospedaliera San Luigi Gonzaga 
Orbassano, Italy, 10043
IRCCS Fondazione Policlinico San Matteo, Universita di Pavia, Centro per lo Studio della Mielofibrosi 
Pavia, Italy, 27100
IRCCS Fondazione Policlinico San Matteo, Universita di Pavia, Ematologia 
Pavia, Italy, 27100
Ospedale di Circolo e Fondazione Macchi Varese 
Varese, Italy, 21100

Locations:

Per maggiori informazioni clicca qui

Studio del condizionamento a base di fludarabina per il trapianto allogenico di cellule staminali per la mielofibrosi

Sponsor: John Mascarenhas

Responsabile: John Mascarenhas, Icahn School of Medicine at Mount Sinai

Sommario: Il trapianto di cellule staminali è usato per trattare molti tipi di malattie. Esistono 2 tipi di trapianti, convenzionali (molto intensi) e a intensità ridotta-non mieloablativi, detti anche mini-trapianti.

Questo studio propone di utilizzare un regime di condizionamento per il trapianto allogenico insieme a un trapianto a intensità ridotta. Reggimento di condizionamento è il nome della combinazione di farmaci chemioterapici che viene somministrata ai pazienti prima di ricevere un trapianto di cellule staminali del donatore. Si spera che il regime progettato per questo studio si dimostri meno tossico e abbia un effetto antitumorale uguale o migliore rispetto ai regimi normalmente utilizzati. Il regime utilizzato è una combinazione di due farmaci chemioterapici, fludarabina e melfalan. Questo regime è stato studiato in riceventi di trapianti di fratelli abbinati e in riceventi di cellule staminali di donatori alternativi in ​​altre neoplasie ematologiche. Quei soggetti, che ricevono cellule staminali da un donatore non correlato, riceveranno anche un farmaco aggiuntivo chiamato ATG o globulina antitimocitaria. L’ATG sopprime il sistema immunitario, riducendo così le possibilità che il ricevente rifiuti il ​​trapianto (innesto).

Lo scopo di questo studio è osservare se i trapianti a ridotta intensità possono essere utilizzati per consentire l’attecchimento o “prelievo” del midollo osseo del donatore. Gli studi condotti in passato mostrano che questo tipo di trapianto è molto meno tossico dei tradizionali trapianti di midollo osseo. I trapianti a intensità ridotta possono essere meglio tollerati dai pazienti che possono manifestare gravi effetti collaterali dal trapianto di cellule staminali standard (molto intenso).

Lo studio è stato recentemente modificato per seguire tutti i soggetti per la sopravvivenza.

Tipologia studio: Interventistico

University of Florence 
Florence, IL, Italy, 60302
Ospedali Riuniti di Bergamo 
Bergamo, Italy, 24128
University of San Martino 
San Martino, Italy

Locations:

Per maggiori informazioni clicca qui

Study of the JAK Inhibitor Ruxolitinib Administered Orally to Patients With Primary Myelofibrosis (PMF), Post-Polycythemia Vera-Myelofibrosis (PPV-MF) or Post-Essential Thrombocythemia-Myelofibrosis (PET-MF)

Sponsor: Incyte Corporation

Responsabile: Incyte Corporation

Sommario: Questo è uno studio di fase IB, in aperto, per determinare la dose dell’inibitore JAK 1 e 2 ruxolitinib in pazienti con mielofibrosi (MF). Lo studio consiste in due periodi: il periodo di studio principale, che comprende la fase di aumento della dose e la fase di estensione della sicurezza fino alla settimana 24, quindi il periodo di studio di estensione oltre la settimana 24 e fino a 3 anni, per caratterizzare ulteriormente la sicurezza e l’efficacia di ruxolitinib in questa popolazione di pazienti. La fase di aumento della dose arruolerà coorti successive di pazienti che ricevono dosi crescenti di ruxolitinib fino alla determinazione della dose iniziale massima sicura (MSSD). Nella fase di espansione della sicurezza, ulteriori pazienti saranno trattati con ruxolitinib alla MSSD definita durante l’aumento della dose. L’obiettivo primario è stabilire la MSSD di ruxolitinib in pazienti con MF e conta piastrinica iniziale < 100 x 10 ^9/L.

Tipologia studio: Interventistico

Firenze, Italy
  
Milano, Italy
  
Terni, Italy

Locations:

Per maggiori informazioni clicca qui

Uno studio per valutare l’efficacia e la sicurezza di Vismodegib in combinazione con Ruxolitinib per il trattamento della mielofibrosi (MF) a rischio intermedio o alto

Sponsor: Hoffmann-La Roche

Responsabile: Hoffmann-La Roche

Sommario: Questo studio multicentrico, randomizzato, in doppio cieco, controllato con placebo valuterà l’efficacia e la sicurezza di vismodegib più (+) ruxolitinib rispetto a placebo + ruxolitinib in partecipanti con MF a rischio intermedio o alto. Lo studio sarà suddiviso in 2 componenti. La parte di fase Ib dello studio consiste in partecipanti che ricevono vismodegib in aperto (150 milligrammi [mg] per via orale [PO] una volta al giorno [QD]) + ruxolitinib (PO due volte al giorno [BID]). Una valutazione della sicurezza verrà eseguita dopo che i primi 10 partecipanti sono stati trattati per 6 settimane. Un’analisi per l’efficacia e la sicurezza è pianificata nei primi 10 partecipanti alla settimana 24. Durante questa valutazione verrà sospeso lo screening e l’arruolamento dei partecipanti. Successivamente, potrebbero essere arruolati altri 10 partecipanti per valutare ulteriormente l’efficacia e la sicurezza (alla settimana 24) prima dell’inizio della parte di randomizzazione di fase III dello studio. Allo stesso modo, ci sarà un’altra sospensione sullo screening e sull’iscrizione dei partecipanti durante questa valutazione. I partecipanti arruolati nella parte Ib dello studio continueranno a ricevere vismodegib (150 mg PO QD) + ruxolitinib (PO BID) fino a 48 settimane, se si osserva un beneficio clinico dopo 24 settimane. La parte dello studio, randomizzata e in doppio cieco di Fase III, arruolerà circa 84 partecipanti. I partecipanti saranno assegnati in modo casuale in un rapporto 1:1 (doppio cieco) a ricevere vismodegib (150 mg PO QD) + ruxolitinib (PO BID) o placebo (PO QD) + ruxolitinib (PO BID) per un massimo di 48 settimane.

Tipologia studio: Interventistico

A.O.U. Citta’ Della Salute E Della Scienza-P.O. Molinette;S.C. Ematologia 
Torino, Piemonte, Italy, 10126
Az. Osp. Di Careggi; Divisione Di Ematologia 
Firenze, Toscana, Italy, 50135

Locations:

Per maggiori informazioni clicca qui

Studio per valutare l’attività di 2 livelli di dose di Imetelstat in partecipanti con mielofibrosi (MF) di livello intermedio-2 o ad alto rischio precedentemente trattati con inibitore della Janus Kinase (JAK)

Sponsor: Geron Corporation

Responsabile: Geron Corporation

Sommario: Lo scopo di questo studio è valutare la percentuale di risposta della milza (il più grande organo linfatico del corpo) e la risposta sintomatica di 2 regimi di dosaggio di imetelstat in partecipanti con mielofibrosi (MF) a rischio intermedio-2 o ad alto rischio recidivante o al trattamento con inibitori della Janus Kinase (JAK). L’endpoint secondario chiave include la sopravvivenza globale.

Tipologia studio: Interventistico

Bergamo, Italy
  
Bologna, Italy

Locations:

Per maggiori informazioni clicca qui

Efficacia e sicurezza di Ruxolitinib nel trattamento dei pazienti con mielofibrosi anemica. (REALISE)

Sponsor: Novartis Pharmaceuticals

Responsabile: Novartis Pharmaceuticals

Sommario: Questo era uno studio sul trattamento con ruxolitinib in pazienti che presentavano anemia dipendente o indipendente dalla trasfusione. La dose iniziale era di 10 mg BID. Questa dose è stata mantenuta per le prime 12 settimane dello studio e successivamente aumentata, a meno che il soggetto non soddisfacesse i criteri per il mantenimento o la riduzione della dose.

Tipologia studio: Interventistico

Novartis Investigative Site 
Bologna, BO, Italy, 40138
Novartis Investigative Site 
Firenze, FI, Italy, 50134
Novartis Investigative Site 
Palermo, PA, Italy, 90127

Locations:

Per maggiori informazioni clicca qui

Efficacia di Momelotinib rispetto alla migliore terapia disponibile in soggetti anemici o trombocitopenici con mielofibrosi primaria (MF), MF post-policitemia Vera o MF post-trombocitemia essenziale (Semplificare 2)

Sponsor: Sierra Oncology, Inc.

Responsabile: Sierra Oncology, Inc.

Sommario: Questo studio ha lo scopo di determinare l’efficacia di momelotinib (MMB) rispetto alla migliore terapia disponibile (BAT) negli adulti anemici o trombocitopenici con mielofibrosi primaria (PMF) o post-policitemia vera o post-trombocitemia essenziale mielofibrosi (Post-PV/ET MF) che sono stati trattati con ruxolitinib come misurato dal tasso di risposta splenica alla settimana 24 (SRR24).

I partecipanti saranno randomizzati a ricevere MMB o BAT per 24 settimane durante la fase di trattamento randomizzato, dopodiché saranno idonei a ricevere MMB in una fase di trattamento estesa per un massimo di 204 settimane aggiuntive. Dopo l’interruzione del farmaco in studio, le valutazioni continueranno per altre 12 settimane, dopodiché i partecipanti saranno contattati per il follow-up di sopravvivenza circa ogni 6 mesi per un massimo di 5 anni dalla data di iscrizione o fino alla conclusione dello studio. Per quei soggetti che intendono continuare il trattamento con MMB dopo la fine dello studio, le visite di follow-up di fine trattamento, a 30 giorni, a 12 settimane e di sopravvivenza non sono necessarie.

Tipologia studio: Interventistico

Bologna, Italy
  
Firenze, Italy
  
Genova, Italy
  
Milano, Italy
  
Novara, Italy
  
Roma, Italy
  
Varese, Italy

Locations:

Per maggiori informazioni clicca qui

Studio di fase 2: uno studio di ricerca della dose in aperto, randomizzato, di fase 2 di pacritinib in pazienti con mielofibrosi primaria, mielofibrosi post-policitemia vera o mielofibrosi post-trombocitemia essenziale precedentemente trattati con ruxolitinib

Sponsor: CTI BioPharma

Responsabile: CTI BioPharma

Sommario: Questo era uno studio in aperto, randomizzato, per determinare la dose in pazienti con MF primaria o secondaria (punteggio di rischio del Dynamic International Prognostic Scoring System [DIPSS] da Intermediate-1 ad High-Risk) che erano stati precedentemente trattati con ruxolitinib. Lo studio è stato progettato per supportare una decisione sulla selezione del dosaggio di pacritinib con la valutazione di 3 dosaggi.

Tipologia studio: Interventistico

Azienda Ospedaliero-Universitaria Careggi 
Firenze, Italy, 50134
Istituto Scientifico Romagnolo per lo Studio e la Cura Dei Tumori 
Meldola, Italy, 47014
ASST Monza – Ospedale San Gerardo 
Monza, Italy, 20900

Locations:

Per maggiori informazioni clicca qui

Panobinostat e Ruxolitinib nella mielofibrosi primaria, post-policitemia Vera-mielofibrosi o post-trombocitemia-mielofibrosi post-essenziale

Sponsor: Novartis Pharmaceuticals

Responsabile: Novartis Pharmaceuticals

Sommario: Questo studio valuterà la sicurezza e stabilirà una dose raccomandata di fase II della combinazione di panobinostat e ruxolitinib in pazienti con o senza la mutazione JAK2V617F a cui è stata diagnosticata mielofibrosi primaria (PMF), mielofibrosi post-trombocitemia essenziale (PET MF) o Mielofibrosi post-policitemia vera (PPV MF).

Tipologia studio: Interventistico

Novartis Investigative Site 
Firenze, FI, Italy, 50134
Novartis Investigative Site 
Reggio Calabria, RC, Italy, 89124
Novartis Investigative Site 
Varese, VA, Italy, 21100

Locations:

Per maggiori informazioni clicca qui

Uno studio di fase II su pomalidomide nella mielofibrosi con metaplasia mieloide

Sponsor: Celgene

Responsabile: Celgene

Sommario: Lo scopo di questo studio è determinare la sicurezza e selezionare un regime di trattamento di pomalidomide (CC-4047) come agente singolo o in combinazione con prednisone per studiare ulteriormente in pazienti con mielofibrosi con metaplasia mieloide (MMM).

Tipologia studio: Interventistico

Fondazione IRCCS Policlinico San Matteo 
Pavia, Italy, 27100
IRCCS Policlinico S. Matteo 
Pavia, Italy, 27100

Locations:

Per maggiori informazioni clicca qui

Uno studio di fase 2 di PRM-151 in partecipanti con mielofibrosi

Sponsor: Hoffmann-La Roche

Responsabile: Hoffmann-La Roche

Sommario: PRM-151 è un farmaco sperimentale in fase di sviluppo per un possibile utilizzo nel trattamento della mielofibrosi (MF), una malattia in cui il midollo osseo, che è l’organo del corpo che produce le cellule del sangue, viene sostituito da fibrosi o eccesso tessuto cicatriziale.

Lo scopo di questo studio è raccogliere informazioni sul fatto che il PRM-151 abbia un effetto sulla malattia da MF, se sia sicuro nei pazienti con MF e come sia tollerato.

Tipologia studio: Interventistico

Fondazione IRCCS Policlinico San Matteo 
Pavia, Italy, 27100
Marche Nord Hospital 
Pesaro, Italy, 61122

Locations:

Per maggiori informazioni clicca qui

Studio di fase III su SAR302503 in pazienti a rischio intermedio-2 e ad alto rischio con mielofibrosi (JAKARTA)

Sponsor: Sanofi

Responsabile: Sanofi

Sommario: Obiettivo primario:

Valutare l’efficacia di dosi orali giornaliere di 400 mg o 500 mg di SAR302503 (Prodotto medicinale sperimentale, IMP) rispetto al placebo nella riduzione del volume della milza come determinato mediante risonanza magnetica (MRI) (o tomografia computerizzata in pazienti con controindicazioni per risonanza magnetica).

Obiettivi secondari:

Valutare l’effetto sui sintomi associati alla mielofibrosi (MF) (sintomi chiave della MF) misurati dal diario modificato del modulo di valutazione dei sintomi della mielofibrosi (MFSAF).

Per valutare la sopravvivenza globale dei pazienti trattati con 400 mg/die o 500 mg/die di IMP rispetto al placebo.

Valutare la sopravvivenza libera da progressione dei pazienti trattati con 400 mg/die o 500 mg/die di IMP rispetto al placebo.

Per valutare la durata della risposta splenica.

Per valutare la sicurezza di IMP.

Tipologia studio: Interventistico

Investigational Site Number 380002 
Bergamo, Italy, 24127
Investigational Site Number 380007 
Bologna, Italy, 40138
Investigational Site Number 380004 
Firenze, Italy, 50134
Investigational Site Number 380001 
Pavia, Italy, 27100
Investigational Site Number 380006 
Pavia, Italy, 27100
Investigational Site Number 380003 
Varese, Italy, 21100

Locations:

Per maggiori informazioni clicca qui

Studio di fase II, in aperto, a braccio singolo su SAR302503 in pazienti affetti da mielofibrosi precedentemente trattati con Ruxolitinib (JAKARTA2)

Sponsor: Sanofi

Responsabile: Sanofi

Sommario: Obiettivo primario:

– Valutare l’efficacia di una dose giornaliera di SAR302503 in soggetti precedentemente trattati con ruxolitinib e con una diagnosi attuale di intermedio-1 con sintomi, mielofibrosi primaria (PMF) di livello intermedio-2 o ad alto rischio, mielofibrosi post-policitemia vera (Post- PV MF), o mielofibrosi post-trombocitemia essenziale (Post-ET MF) basata sulla riduzione del volume della milza al termine di 6 cicli di trattamento;

Obiettivi secondari:

Per valutare l’effetto di SAR302503 sui sintomi associati alla mielofibrosi (MF) misurati dal diario modificato del modulo di valutazione dei sintomi della mielofibrosi (MFSAF)

Per valutare la durata della risposta splenica

Per valutare la risposta splenica a SAR302503 mediante palpazione alla fine del Ciclo 6

Per valutare la risposta splenica a SAR302503 alla fine del Ciclo 3

Per valutare l’effetto di SAR302503 sul carico dell’allele Janus chinasi 2 (JAK2) V617F

Per valutare la sicurezza e la tollerabilità di SAR302503 in questa popolazione

Per valutare le concentrazioni plasmatiche di SAR302503 per l’analisi farmacocinetica di popolazione, se giustificato

Tipologia studio: Interventistico

Investigational Site Number 380004 
Firenze, Italy, 50134
Investigational Site Number 380001 
Milano, Italy, 20122
Investigational Site Number 380002 
Roma, Italy, 00161
Investigational Site Number 380003 
Varese, Italy, 21100

Locations:

Per maggiori informazioni clicca qui

Study of the Safety of PIM447 in Combination With Ruxolitinib (INC424) and LEE011 in Patients With Myelofibrosis

Sponsor: Novartis Pharmaceuticals

Responsabile: Novartis Pharmaceuticals

Sommario: Questo è uno studio di fase Ib con lo scopo principale di stimare la MTD e/o RDE per la tripla combinazione di PIM447, precedentemente LGH447, più ruxolitinib e LEE011 nonché per i doppietti, PIM447 più ruxolitinib e LEE011 più ruxolitinib, in pazienti con mielofibrosi (MF). Ciascun regime sarà valutato per la sicurezza, la tollerabilità, la farmacocinetica (PK) e gli effetti farmacodinamici e l’attività anti-mielofibrosi preliminare, comprese le variazioni del volume della milza, il carico dell’allele JAK2V617F e la risposta ematologica.

Tipologia studio: Interventistico

Novartis Investigative Site 
Firenze, FI, Italy, 50134

Locations:

Per maggiori informazioni clicca qui

Banca dei tessuti di ricerca

Sponsor: Icahn School of Medicine at Mount Sinai

Responsabile: Icahn School of Medicine at Mount Sinai

Sommario: Questo studio che consentirà la conservazione e/o lo stoccaggio di una piccola porzione di uno o più dei seguenti tessuti:

Sangue periferico

midollo osseo

Biopsia del midollo osseo

Un’unità di sangue flebotomizzata

Cellule della milza

Ritagli di unghie dei piedi

Questo materiale sarà utilizzato per lo studio dei Disturbi Mieloproliferativi (MPD) da parte dei ricercatori. Gli obiettivi di questo studio di ricerca sono comprendere le cause dei MPD, come diagnosticarli più facilmente e come trattarli meglio. La MPD è una malattia che colpisce le cellule staminali ematopoietiche. Le cellule staminali ematopoietiche sono cellule che producono le cellule del sangue. Queste cellule staminali crescono nella parte centrale delle ossa chiamata midollo osseo. In alcune condizioni, queste cellule si trovano anche nel sangue. Ci sono diverse malattie, che sono classificate come MPD. Questi includono policitemia vera (troppi globuli rossi), trombocitemia essenziale (troppe piastrine) e mielofibrosi idiopatica (cellule del sangue e fibre anomale si accumulano nel midollo osseo). Queste sindromi comportano un alto rischio di sviluppare la leucemia. È importante continuare a saperne di più su questi tumori del sangue e sull’efficacia e sui potenziali effetti collaterali dei vari trattamenti.

Tipologia studio: Osservativo

Ospedali Riuniti di Bergamo 
Bergamo, IL, Italy
University of Florence 
Florence, IL, Italy, 60302

Locations:

Per maggiori informazioni clicca qui

Uno studio di fase Ib/II per valutare la sicurezza e l’efficacia di LDE225 + INC424 in pazienti con MF

Sponsor: Novartis Pharmaceuticals

Responsabile: Novartis Pharmaceuticals

Sommario: Lo scopo di questo studio clinico di fase Ib/II era: a) valutare la sicurezza della co-somministrazione di LDE225 e INC424 in pazienti affetti da mielofibrosi e stabilire una dose massima tollerata e/o una dose raccomandata di fase II della combinazione e b) valutare l’efficacia della co-somministrazione di LDE225 e INC424 sulla riduzione del volume della milza.

Tipologia studio: Interventistico

Novartis Investigative Site 
Firenze, FI, Italy, 50134
Novartis Investigative Site 
Reggio Calabria, RC, Italy, 89124

Locations:

Per maggiori informazioni clicca qui

Tumori secondari nelle neoplasie mieloproliferative (studio MPN-K) (MPN-K)

Sponsor: Fondazione per la Ricerca Ospedale Maggiore

Responsabile: Fondazione per la Ricerca Ospedale Maggiore

Sommario: L’incidenza del cancro secondario (SC) nei pazienti con neoplasie mieloproliferative (MPN) è elevata e paragonabile a quella della trombosi. Tuttavia, l’identificazione di sottogruppi di pazienti che potrebbero avere una maggiore suscettibilità allo sviluppo di SC non è stata affrontata in modo sistematico. Questo studio internazionale caso-controllo (MPN-K) ha lo scopo di chiarire il ruolo prognostico della mutazione JAK2V617F nel predire l’insorgenza di SC in pazienti con MPN classico, policitemia vera (PV), trombocitemia essenziale (ET) e mielofibrosi (MF)

Tipologia studio: Osservativo

Azienda Sanitaria di Asti – A.S.L. AT Ospedale Cardinal Massaia – S.C. Oncologia 
Asti, Italy, 14100
ASST- Papa Giovanni XXIII – UOC Ematologia 
Bergamo, Italy, 24127
Ospedale S. Orsola – Malpighi – UO Ematologia 
Bologna, Italy, 40138
U.O. Emostasi “G. Rodolico” Dipartimento di Scienze Mediche, Chirurgiche e Tecnologiche Avanzate “G.F. Ingrassia” Università degli Studi di Catania 
Catania, Italy, 95123
Azienda Ospedaliera S. Croce e Carle di Cuneo- Divisione di Ematologia, 
Cuneo, Italy, 2100
AOU Careggi di Firenze CRIMM- Center of Research and Innovation of Myeloproliferative Neoplasms – Department of Experimental and Clinical Medicine, University of Florence 
Firenze, Italy, 50134
Fondazione IRCCS Ca’ Granda – Ospedale Maggiore Policlinico – UOC Ematologia 
Milano, Italy, 20122
IRCCS Ospedale San Raffaele Unità Operativa di Ematologia e Trapianto Midollo Osseo 
Milano, Italy, 20132
ASST MONZA Ospedale San Gerardo Clinica Ematologica 
Monza, Italy, 20900
Azienda Ospedaliera Universitaria Federico II di Napoli Divisione di Ematologia e Trapianti del Midollo 
Napoli, Italy, 80131
Azienda Ospedaliero Universitaria Maggiore della Carità di Novara SCDU Ematologia 
Novara, Italy, 28100
Fondazione IRCCS Policlinico San Matteo S.C Ematologia 
Pavia, Italy, 27100
AUSL IRCCS di Reggio Emilia Presidio Osp. Arcispedale Santa Maria Nuova – Unità Ematologia 
Reggio Emilia, Italy, 42123
Fondazione Policlinico Universitario A. Gemelli IRCCS UCSC Ematologia 
Roma, Italy, 00168
A.O.U. Città della Salute e della Scienza di Torino – Ospedale Molinette- S.C. Ematologia 
Torino, Italy, 10126
A.O.U. Città della Salute e della Scienza di Torino Ospedale Molinette – S.C. Ematologia U 
Torino, Italy, 10126
Ospedale Borgo Roma – Unità di Ematologia 
Verona, Italy, 37134
Ospedale San Bortolo di Vicenza – U.O.C di Ematologia 
Vicenza, Italy, 36100

Locations:

Per maggiori informazioni clicca qui

Malattie Mieloproliferative Familiari

Sponsor: Icahn School of Medicine at Mount Sinai

Responsabile: Icahn School of Medicine at Mount Sinai

Sommario: Le malattie mieloproliferative si verificano nelle famiglie, dando così origine alla teoria che si tratta di una malattia genetica che può essere causata da un gene anomalo nel DNA che può essere trasmesso da una generazione di membri della famiglia all’altra. Il DNA può essere raccolto dai membri della famiglia attraverso campioni di sangue e gli investigatori indagheranno (attraverso il test del DNA) per vedere se ci sono geni anormali che potrebbero essere responsabili della causa del MPD. Capire quali geni sono responsabili di causare MPD può aiutare a sviluppare modi per identificare le persone che potrebbero essere a rischio di sviluppare un MPD, consentire lo sviluppo di trattamenti migliori, possibilmente una cura, o addirittura prevenire lo sviluppo di MPD.

Tipologia studio: Osservativo

University of Florence 
Florence, Italy

Locations:

Per maggiori informazioni clicca qui

Accesso esteso di Deferasirox ai pazienti con disturbi congeniti dei globuli rossi e sovraccarico cronico di ferro

Sponsor: Novartis Pharmaceuticals

Responsabile: Novartis Pharmaceuticals

Sommario: Si tratta di uno studio multicentrico in aperto, non randomizzato, progettato per fornire un accesso esteso di deferasirox a pazienti con disturbi congeniti dei globuli rossi e sovraccarico cronico di ferro da trasfusioni di sangue che non possono essere adeguatamente trattati con chelanti del ferro approvati a livello locale.

Tipologia studio: Interventistico

Presidio Ospedale Muscatello 
Augusta, Italy
A.O. Ospedale Policlinico Consorziale di Bari 
Bari, Italy
Presidio Ospedaliero Antonio Perrino 
Brindisi, Italy
Ospedale Regionale Microcitemie 
Cagliari, Italy
Ospedale Di Venere 
Carbonara di Bari, Italy
Azienda Ospedali Vittorio Emanuele, Ferrarotto e San Bambino 
Catania, Italy
Presidio Ospedaliero S. Bambino 
Catania, Italy
PresidioOspedaliero S. Luigi Curro 
Catania, Italy
Azienda Ospedaliera Pugliese Cicaccio 
Catanzaro, Italy
Ospedale Civile dell’Annunziata 
Cosenza, Italy
Ospedale San Giuseppe 
Empoli, Italy
Azienda Ospedaliera Universitaria di Ferrara 
Ferrara, Italy
Azienda Ospedaliera A. Meyer 
Firenze, Italy
E.O. Ospedali Galliera 
Genova, Italy
Ospedale Regionale Microcitemie 
Itala, Italy
Ospedale Madonna delle Grazie 
Matera, Italy
Az. Ospedaliera Universitaria Policlinico G. Martino 
Messina, Italy
Fondazione Ospedale 
Milano, Italy
Azienda Ospedaliero-Universitaria di Modena 
Modena, Italy
AORN A. Cardarelli 
Napoli, Italy
Azienda Ospedaliera Universitaria Federico II 
Napoli, Italy
Azienda Ospedaliera V. Cervello 
Palermo, Italy
Azienda Ospedaliera Villa Sofia-CTO 
Palermo, Italy
Presidio Ospedaliero Giovanni di Cristina 
Palermo, Italy
IRCCS Policlinico San Matteo 
Pavia, Italy
Azienda Ospedaliera San Salvatore 
Pesaro, Italy
Azienda Ospedaliero Universitaria Pisana 
Pisa, Italy
Azienda Ospedaliera Civile- Maria Paterno 
Ragusa, Italy
Azienda Ospedaliera Bianchi-Melacrino-Morelli 
Reggio Calabria, Italy
Ospedale S. Eugenio 
Roma, Italy
Ospedale nostra Signora di Bonaria 
San Gavino Monreale- CA, Italy
Presidio Ospedaliero di Sassari-Ospedale SS 
Sassari, Italy
Azienda Ospedaliera Ospedali Civili Riuniti di Sciacca 
Sciacca, Italy
Ospedale Umberto I 
Talassemie, Italy
Presidio Ospedaliero Centrale 
Taranto, Italy
Ospedale Infantile Regina Margherita 
Torino, Italy

Locations:

Per maggiori informazioni clicca qui

Studio di fase IIA dell’inibitore HDAC ITF2357 in pazienti con malattie mieloproliferative croniche JAK-2 V617F positive

Sponsor: Italfarmaco

Responsabile: Italfarmaco

Sommario: Obiettivo primario:

Valutare l’efficacia e la sicurezza di ITF2357 nel trattamento di pazienti con malattie mieloproliferative JAK2V617F positive [Policitemia Vera (PV), Trombocitosi Essenziale (ET), Mielofibrosi (MF)]. L’efficacia è stata valutata da criteri ematologici e clinici ad hoc per PV ed ET e da criteri di risposta stabiliti a livello internazionale (criteri EUMNET) per MF. La sicurezza è stata valutata in base al numero di soggetti che hanno manifestato un evento avverso (EA), tipo, frequenza, gravità, tempistica e correlazione degli eventi avversi, comprese le modifiche dei segni vitali e i risultati di laboratorio clinico.

Obiettivo secondario:

Valutare il carico dell’allele mutato JAK2 mediante la reazione a catena della polimerasi in tempo reale quantitativa (qRTPCR).

Tipologia studio: Interventistico

Ospedali riuniti 
Bergamo, Italy, 24158
IRCCS – Pol. San Matteo 
Pavia, Italy, 27100

Locations:

Per maggiori informazioni clicca qui

Studio correlato sui biomarcatori in pazienti con malattie mieloproliferative

Sponsor: Icahn School of Medicine at Mount Sinai

Responsabile: Icahn School of Medicine at Mount Sinai

Sommario: I ricercatori utilizzeranno cellule anormali del sangue e/o del midollo osseo, o materiali derivati ​​da queste cellule anormali, come DNA, RNA, proteine ​​o plasma, negli studi di laboratorio. I ritagli di unghie dei piedi forniranno materiale normale come il DNA per il confronto con il materiale anomalo derivato dal sangue e/o dal midollo osseo. I risultati di questi studi saranno correlati ai sintomi della malattia dei soggetti e alla risposta al loro trattamento sperimentale. I ricercatori dell’MPD-RC sono interessati a studiare le molecole del sangue e del midollo osseo, le molecole esatte che cambiano nel tempo e i ricercatori scelgono solo le più promettenti per l’indagine.

I ricercatori stanno cercando di comprendere meglio le cause del MPD e di sviluppare metodi migliori per la diagnosi e il trattamento di queste malattie. Queste sindromi comportano un alto rischio di sviluppare la leucemia. È importante continuare a saperne di più su questi tumori del sangue e sull’efficacia e sui potenziali effetti collaterali dei vari trattamenti. Si ritiene che ulteriori conoscenze di base su queste cellule cancerose e sugli effetti del trattamento porteranno al miglioramento delle attuali terapie e allo sviluppo di trattamenti completamente nuovi per queste malattie. L’MPD-RC spera di determinare se una serie di test di laboratorio (biomarcatori) consentirà di prevedere la risposta dei futuri pazienti al trattamento che riceverebbero.

Tipologia studio: Osservativo

Ospedali Riuniti di Bergamo 
Bergamo, Italy
University of Florence 
Florence, Italy
Ospedale San Martino Genova 
Genova, Italy, 11632
San Matteo Hospital 
Pavia, Italy, 27100
Universita Cattolica del Sacro Cuore 
Rome, Italy, 00168

Locations:

Per maggiori informazioni clicca qui

Uno studio di fase IV con pramipexolo per indagare gli effetti sui sintomi della sindrome da reflusso gastroesofageo e sui disturbi del sonno nei pazienti con sindrome delle gambe senza riposo

Sponsor: Boehringer Ingelheim

Responsabile: Boehringer Ingelheim

Sommario: The primary objective of this study is to investigate the effects on RLS symptoms and sleep disturbance of pramipexole (Mirapexin) 0.125 mg/day to 0.75 mg/day per os for 12 weeks, compared to placebo, in the treatment of patients with idiopathic Restless Legs Syndrome

Tipologia studio: Interventistico

248.615.39007 Policlinico di Bari – Università di Bari 
Bari, Italy
248.615.39006 Ospedale Civile di Dolo 
Dolo (VE), Italy
248.615.39002 Ospedale S. Martino – A. O. Università di Genova 
Genova, Italy
248.615.39008 Policlinico Gaetano Martino 
Messina, Italy
248.615.39001 Istituto San Raffaele Turro 
Milano, Italy
248.615.39004 IRCCS Fondazione Istituto Neurologico “C. Mondino” 
Pavia, Italy
248.615.39005 Ospedale S. Chiara 
Pisa, Italy
248.615.39003 A. O. Santa Maria della Misericordia 
Udine, Italy

Locations:

Per maggiori informazioni clicca qui

Tacrolimus e micofenolato mofetile nella prevenzione della malattia del trapianto contro l’ospite in pazienti che hanno subito un’irradiazione totale del corpo con o senza fludarabina fosfato seguita da trapianto di cellule staminali del sangue periferico del donatore per cancro ematologico

Sponsor: Fred Hutchinson Cancer Research Center

Responsabile: Fred Hutchinson Cancer Research Center

Sommario: Questo studio di fase II studia l’efficacia del tacrolimus e del micofenolato mofetile nella prevenzione della malattia del trapianto contro l’ospite in pazienti sottoposti a irradiazione totale del corpo (TBI) con o senza fludarabina fosfato seguita da trapianto di cellule staminali del sangue periferico da donatore per cancro ematologico. Somministrare basse dosi di chemioterapia, come fludarabina fosfato e trauma cranico prima di un trapianto di cellule staminali del sangue periferico del donatore, aiuta a fermare la crescita delle cellule tumorali. Inoltre impedisce al sistema immunitario del paziente di rifiutare le cellule staminali del donatore. Le cellule staminali donate possono sostituire il sistema immunitario del paziente e aiutare a distruggere le cellule cancerose rimanenti (effetto trapianto contro tumore). A volte le cellule trapiantate da un donatore possono anche produrre una risposta immunitaria contro le cellule normali del corpo. La somministrazione di tacrolimus e micofenolato mofetile dopo il trapianto può impedire che ciò accada.

Tipologia studio: Interventistico

University of Torino 
Torino, Italy, 10126

Locations:

Per maggiori informazioni clicca qui

Thymoglobuline versus Alemtuzumab nei pazienti sottoposti a trapianto allogenico (GLOBAL)

Sponsor: Gruppo Italiano Trapianto di Midollo Osseo

Responsabile: Gruppo Italiano Trapianto di Midollo Osseo

Sommario: Lo scopo di questo studio è confrontare i protocolli di condizionamento a intensità ridotta contenenti Thymoglobuline o Alemtuzumab in pazienti sottoposti a trapianto allogenico da donatori volontari non consanguinei.

Tipologia studio: Interventistico

Divisione Ematologia – Ospedale “SS. Antonio, Biagio e Cesare Arrigo” 
Alessandria, Italy
Clinica di Ematologia – Ospedali Riuniti di Ancona 
Ancona, Italy
Divisione di Ematologia – Ospedali Riuniti Bergamo 
Bergamo, Italy
S.C. Ematologia – Azienda Ospedaliera S. Croce e Carle 
Cuneo, Italy
Cattedra di Ematologia – Azienda Ospedaliera di Careggi 
Firenze, Italy
Trapianti Midollo Osseo – Div. di Ematologia 2 – Ospedale S. Martino 
Genova, Italy
Divisione di Ematologia – Istituto Nazionale dei Tumori 
Milano, Italy
U.O. Ematologia I – Centro Trapianti di Midollo – Ospedale Maggiore – Policlinico Mangiagalli e Regina Elena 
Milano, Italy
Divisione Ematologia – Azienda Ospedaliera Universitaria – Policlinico – 
Modena, Italy
Cattedra di Medicina Interna ed Ematologia – Ospedale S. Gerardo de’ i Tintori – Università degli Studi di Milano 
Monza, Italy
Divisione Ematologia con trapianto – Ospedale “V. Cervello” 
Palermo, Italy
Dipartimento di Ematologia – IRCCS Policlinico S. Matteo – Università di Pavia 
Pavia, Italy
Dip. di Ematologia – Unità di Terapia Intensiva Ematologica per il Trapianto Emopoietico – Ospedale Civile di Pescara 
Pescara, Italy
Ematologia – Ospedale S. Chiara 
Pisa, Italy
Centro Unico Regionale Trapianti di Midollo Osseo – Ospedale Bianchi-Melacino-Morelli 
Reggio Calabria, Italy
Cattedra di Ematologia – Università La Sapienza 
Roma, Italy
Divisione di Ematologia – Istituto di Semeiotica Medica – Policlinico A. Gemelli 
Roma, Italy
U.O. di Ematologia e Trapianti di Midollo Osseo – Azienda Osp. S. Camillo-Forlanini / Padiglione Morgagni 
Roma, Italy
Dipartimento di Oncologia Medica ed Ematologia – Istituto Clinico Humanitas 
Rozzano (MI), Italy
Ematologia e Centro Trapianti Midollo Osseo – Ospedale IRCCS Casa Sollievo della Sofferenza 
S. Giovanni Rotondo (FG), Italy
Ematologia 2 – ASO San Giovanni Battista 
Torino, Italy
Clinica Ematologica – Policlinico Universitario 
Udine, Italy

Locations:

Per maggiori informazioni clicca qui

Uno studio di PF-04449913 in neoplasie ematologiche selezionate

Sponsor: Pfizer

Responsabile: Pfizer

Sommario: Questo studio esamina l’effetto di una piccola molecola inibitrice della via di Sonic Hedgehog su neoplasie ematologiche selezionate.

Tipologia studio: Interventistico

Pfizer Investigational Site 
Bologna, Italy, 40138

Locations:

Per maggiori informazioni clicca qui

Uno studio in due parti per valutare la sicurezza e l’efficacia preliminare di Givinostat in pazienti con policitemia vera

Sponsor: Italfarmaco

Responsabile: Italfarmaco

Sommario: Questo è uno studio in due parti, multicentrico, in aperto, non randomizzato, di fase Ib/II per valutare la sicurezza e la tollerabilità, la dose massima tollerata e l’efficacia preliminare di Givinostat in pazienti con policitemia vera JAK2V617F positiva. La parte A è la parte relativa alla determinazione della dose, mentre la parte B è la valutazione dell’efficacia preliminare. I pazienti verranno arruolati o nella Parte A o nella Parte B e non è consentito il passaggio da una parte all’altra.

I pazienti idonei per questo studio avranno una diagnosi confermata di Policitemia Vera secondo i criteri rivisti dell’Organizzazione Mondiale della Sanità. Solo se l’arruolamento nella Parte A è lento (cioè < 5 pazienti arruolati in 3 mesi), l’idoneità a questa parte dello studio può essere estesa a tutti i pazienti con neoplasie mieloproliferative croniche.

La terapia in studio sarà somministrata in cicli di 28 giorni (4 settimane di trattamento). La risposta alla malattia sarà valutata secondo i criteri European LeukemiaNet dopo 3 e 6 cicli (cioè alle settimane 12 e 24, rispettivamente) di trattamento con Givinostat per entrambe le parti dello studio. Tutte le flebotomie eseguite nelle prime 3 settimane di trattamento non verranno conteggiate per valutare la risposta clinico-ematologica.

Lo studio durerà fino a un massimo di 24 settimane di trattamento. Tuttavia, dopo il completamento dello studio, tutti i pazienti che ottengono benefici clinici potranno continuare il trattamento con Givinostat (alla stessa dose e schema) in uno studio a lungo termine.

La sicurezza sarà monitorata ad ogni visita per tutta la durata dello studio. Il trattamento sarà somministrato in regime ambulatoriale e i pazienti saranno seguiti regolarmente con esami fisici e di laboratorio, come specificato nel protocollo; in caso di ricovero, il trattamento sarà proseguito o interrotto secondo la decisione degli Sperimentatori.

Tipologia studio: Interventistico

Azienda ospedaliero universitaria Consorziale Policlinico di Bari 
Bari, BA, Italy, 70124
Azienda Ospedaliera Papa Giovanni XXIII 
Bergamo, BG, Italy, 24127
Azienda Ospedaliero-Universitaria Careggi, Florence 
Florence, FI, Italy, 50134
Fondazione IRCCS Policlinico San Matteo 
Pavia, PV, Italy, 27100
Istituto Tumori Giovanni Paolo II – IRCCS Ospedale Oncologico di Bari 
Bari, Italy, 70124
Fondazione IRCCS Cà Granda, Ospedale Maggiore Policlinico 
Milano, Italy
Università degli Studi di Napoli Federico II, Facoltà di Medicina e Chirurgia 
Napoli, Italy, 80131
Ospedale Civile dello Spirito Santo 
Pescara, Italy
Azienda Ospedaliero Universitaria Pisana 
Pisa, Italy, 56126
Azienda Ospedaliera “Bianchi-Melacrino-Morelli” 
Reggio Calabria, Italy, 89125
Università Campus Bio-Medico di Roma 
Rome, Italy
Ospedale San Bortolo di Vicenza 
Vicenza, Italy, 36100

Locations:

Per maggiori informazioni clicca qui

Studio di storia naturale delle infezioni fungine del sangue in pazienti con cancro o in pazienti che hanno subito un trapianto di cellule staminali

Sponsor: European Organisation for Research and Treatment of Cancer – EORTC

Responsabile: European Organisation for Research and Treatment of Cancer – EORTC

Sommario: MOTIVAZIONE: La raccolta di informazioni sulla frequenza con cui si verificano infezioni fungine del sangue in pazienti con cancro o in pazienti sottoposti a trapianto di cellule staminali può aiutare i medici a saperne di più sulla malattia.

SCOPO: Questo studio di storia naturale sta raccogliendo informazioni sulle infezioni fungine del sangue nel tempo da pazienti con cancro o da pazienti che hanno subito un trapianto di cellule staminali.

Tipologia studio: Osservativo

Ospedale San Martino 
Genoa, Italy, 16132

Locations:

Per maggiori informazioni clicca qui

Caspofungin Acetato nel trattamento dell’aspergillosi in pazienti con cancro ematologico o in pazienti che hanno subito un trapianto di cellule staminali

Sponsor: European Organisation for Research and Treatment of Cancer – EORTC

Responsabile: European Organisation for Research and Treatment of Cancer – EORTC

Sommario: RAZIONALE: Gli antimicotici, come il caspofungin acetato, possono essere efficaci nel trattamento delle infezioni fungine causate dalla chemioterapia o dal trapianto di cellule staminali.

SCOPO: Questo studio di fase II sta studiando come caspofungin acetato funziona come trattamento di prima linea per l’aspergillosi in pazienti con cancro ematologico o in pazienti che hanno subito un trapianto di cellule staminali.

Tipologia studio: Interventistico

Ospedale Santa Croce 
Cuneo, Italy, 12100
Istituto Nazionale per la Ricerca sul Cancro 
Genoa, Italy, 16132
Ospedale San Martino 
Genoa, Italy, 16132
Policlinico A. Gemelli – Universita Cattolica del Sacro Cuore 
Rome, Italy, 00168

Locations:

Per maggiori informazioni clicca qui

Amfotericina B liposomiale nel trattamento della granulocitopenia e della febbre persistente inspiegabile nei pazienti oncologici

Sponsor: European Organisation for Research and Treatment of Cancer – EORTC

Responsabile: European Organisation for Research and Treatment of Cancer – EORTC

Sommario: RAZIONALE: L’amfotericina B liposomiale può essere efficace nel controllare la febbre e la granulocitopenia. Non è ancora noto quale regime di amfotericina B liposomiale sia più efficace nel trattamento dei pazienti affetti da cancro che presentano queste condizioni.

SCOPO: Studio randomizzato di fase III per confrontare l’efficacia di due regimi di amfotericina B liposomiale nel trattamento della granulocitopenia e della febbre nei pazienti oncologici.

Tipologia studio: Interventistico

Istituto Nazionale per la Ricerca sul Cancro 
Genoa (Genova), Italy, 16132

Locations:

Per maggiori informazioni clicca qui